Questo sito è gestito dall’ex presidente e fondatore dell’associazione laCincia Onlus e per ragioni affettive ne mantiene il nome ma, ad oggi, associazione e sito sono realtà diverse ed indipendenti.
Resta una pagina dei contatti con la mail e il telefono che vi chiediamo di utilizzare SOLO per informazioni relative ai contenuti del sito o per emergenze: cioè per un gatto investito o comunque in immediato pericolo di vita: NON per sterilizzazioni, adozioni, accoglimenti, gattini abbandonati. Per queste esigenze rivolgetevi alle associazioni di cui trovate i banner nella pagina "contatti" o ad altre.

Quali obiettivi?

Occupandomi di gatti da oltre vent'anni ho avuto modo di constatare che alla passione e all'impegno di chi si occupa di questi splendidi animali non sempre corrisponde altrettanta preparazione. E questo è un guaio perché sottovalutando tanti aspetti della cura degli animali, quelli medici ma non solo, si commettono errori molto gravi che tante volte pregiudicano la loro sopravvivenza. Esagero? No, basti pensare alle epidemie di parvovirosi che regolarmente colpiscono canili e gattili, alle cure approssimative, alla leggerezza con cui a volte si danno in adozione i gattini, ai mille errori che si fanno ogni giorno.

Ma nemmeno bisogna credere che i gatti di proprietà godano sempre di maggior fortuna. Spesso perché non si sa riconoscere un sintomo importante, o perché si reputa inutilmente dispendioso "fare diagnosi" e si trova il bravo veterinario che offre una soluzione, magari economica ma spesso non adeguata.

Avere un gatto, ma soprattutto gestire molti gatti è un bellissimo "mestiere" ma richiede impegno, tempo e tanti patemi d'animo.
Di sbagli se ne fanno sempre, sono inevitabili; ma con l'esperienza e cercando di studiare qualcosa si può migliorare. Quando penso a molti dei tanti che se ne sono andati so che oggi avrei potuto dar loro un'altra chance: un po' grazie ai progressi della medicina, alla migliore preparazione dei medici e alle strutture più adeguate; un po' perché ho imparato tante cose: a riconoscere un sintomo, a capire cosa era meglio fare in quella situazione. Neanche il migliore dei veterinari può salvarci il gatto se lo portiamo troppo tardi.

L'obiettivo di questo sito è quello di fornire indicazioni affinché possiate curare il vostro o i vostri gatti in un modo migliore.

Cosa potete trovare su questo sito

Troverete informazioni su aspetti medici e non, a volte "spot" su uno specifico argomento, altre volte in forma di "mini-review" sulle principali malattie feline.
Gli articoli sono stati rivisti da medici veterinari o comunque si basano su fonti scientifiche consolidate e riportano sempre i riferimenti alla letteratura scientifica.
In qualche caso troverete anche opinioni e posizioni personali ma credo siano chiaramente identificabili e di certo non confliggono con quelli che sono i dati scientifici consolidati.
Troverete sicuramente qualche errore, delle imprecisioni o delle cose non chiare: segnalazioni, critiche e suggerimenti sono sempre bene accetti e ringrazio in anticipo.

Cosa non troverete su questo sito

Su questo sito non trovano spazio le pseudoscienze, le medicine alternative, i "si dice", i casi non documentati. Ciò non significa che non possano esserci critiche a questo o quell'aspetto della medicina "ufficiale" ma sempre nel rifiuto dei complottismi e delle generalizzazioni.
Non troverete indicazioni mediche precise o suggerimenti di specifiche terapie. Su internet si può fare divulgazione ma non si fa medicina: per questo ci sono i medici.

Collaboratori

Alla redazione di questo sito collaborano diversi medici veterinari: alcuni su temi specifici e altri che forniscono il loro contributo nella revisione dei testi e/o nel suggerire temi da affrontare. A tutti va il mio personale ringraziamento come va in generale ai medici che operano all'Istituto Veterinario di Novara e all'Ospedale Veterinario Universitario di Grugliasco (TO).
I nostri collaboratori:

  • Dr.ssa Roberta Di Maggio, Medico Veterinario, DVM, opera presso U.O. di Medicina Interna dell'Ospedale Veterinario Didattico dell'Università Padova
  • Dr.ssa Francesca Iavazzo, Medico Veterinario, DVM

Valter Fiore